Commento di Luigi- Glee: inizio della quarta stagione (4×01-4×03)

Glee_Season_4_Promo.jpeg

Devo essere sincero, quando ho saputo che la maggior parte del cast principale avrebbe lasciato lo show, per tornare solo per qualche episodio, mi era un po’ preso un attacco di panico. Insomma, non riascoltare la voce porno di Dianna Agron, non vedere la pettinatura di Puck, non ascoltare la voce di Mercedes, non vedere quello splendore di Santana, non vedere Finn. No, ok, questa era l’unica prospettiva positiva per la stagione.

 

Ma le cose belle accadono quando meno te l’aspetti, e questa quarta stagione, a parer mio, e basandomi sui primi 3 episodi, è iniziata alla grande.

Glee ha avuto qualche battuta d’arresto durante la terza stagione, tra alti e bassi si è trascinato fino ad un finale molto bello, che ho apprezzato, ed ha ricominciato con la carica giusta, e sembra andare nella giusta direzione.

Ryan Murphy non scherzava quando diceva che lo show sarebbe cambiato, e sarebbe diventato una specie di Glee in Glee. Voglio dire, sembrano due telefilm diversi in uno: la parte di New York, e la parte di Lima. Funziona su più livelli, in quanto possiamo goderci le storie dei nuovi arrivati, senza perdere di vista i personaggi che ci hanno fatto innamorare di questo show. 

Parliamo di Rachel Berry:

Trovo la sua storyline molto realistica, è difficile essere lontani da casa, specialmente quando a casa eri una star, e a New York sei una qualunque, tutti vogliono farcela a New York, ed è difficile imparare a distinguersi nella massa. 

Partiamo del presupposto che se Rachel non sta con Finn, la shippo anche con un palo della luce, o meglio ancora:

luigi,commento glee,glee news,quarta stagione commento glee

Ma tralasciando le mie Glesbiche fantastie, trovo in Brody un ragazzo che potrebbe dare un qualcosa a Rachel, e non mi riferisco solo a quella cosa che state pensando, brutti maialoni, ma anche ad una spinta diversa. Ecco, tutto quello che dico sembra avere un doppio-senso sessuale. Insomma, Brody la sta convincendo che non c’è nulla di male a cambiare, si cresce, si cambia, si matura, e si lasciano i fidanzati con le tettine mosce alle spalle. Santana docet.

 Rachel aveva quasi un’ossessione per Finn, e io trovando il personaggio di Finn ipocrita, incoerente e inconsistente, alzavo gli occhi ogni volta che partiva un “mi manca Finn, hai sentito Finn?” E di conseguenza mi partiva un sonoro: “limonati il nuovo manzo, e taci,” non so se effettivamente è stato il potere della mia richiesta, e se quindi la lettera per Hogwarts si è davvero persa alle Poste Italiane, ma così è successo.

 

image

E proprio quando la gioia più grande arriva, ecco che torna il salame di Finn. Devo dire che ho provato un brivido di piacere a metà tra l’orgasmo e lo starnuto quando DOVREBBE aver capito, dico dovrebbe, perché vi ricordo che Finn era quello che pensava che le donne avessero la prostata, che Rachel aveva appena infilato due metri di tapis roulant di lingua in gola a Brody. Comunque, ho capito che per limonarsi Rachel basta preparare un pic-nic, il cibo sul pavimento l’arrapa da morire. 

E parliamo di Cassandra July a.k.a the biggest trainwreck in Broadway History. Tralasciando il fatto che 10 anni fa YouTube non esisteva, tralasciando il suo spagnolo dalla pronuncia del robot di Google translator, devo dire che Kate Hudson non mi ha deluso. Gran tocco de gnocca.

Sono convinto che tra lei e Brody ci sia stato qualcosa, e sono convinto che il personaggio possa dare molto di più, e non essere, semplicemente, la prof cattiva di turno.

 

Parliamo di Porcelain:

Kurt ha iniziato la stagione aggrappandosi al ricordi dei vecchi trionfi. Dopo il liceo è difficile andare avanti, posso capirlo sotto più punti di vista. Ti senti diverso, ti senti cresciuto, ma ti senti ad un punto di stallo, quasi come bloccato, è difficile andare avanti. 

E ovviamente la spinta (emotiva e non sessuale, quando mai ci danno una scena così) arriva da Blaine, che, essendo la perfezione, riesce a convincere Kurt che Lima non è più il suo posto.

Tutti vorrebbero avere un padre come Burt Hummell, inutile dire che la loro scena mi ha spezzato il cuore. Grande performance da parte di entrambi gli attori.

La svolta arriva nel terzo episodio di questa stagione, Kurt ce lo vedo benissimo nel mondo della moda, VOGUE.COM potrebbe essere il posto giusto per lui.

Io ho sempre amato Sarah Jessica Parker, e in generale Sex and the City, tanto da piangere al solo pensiero che nello spin-off/prequel di The CW, Samantha non potrà difendere il suo diritto di fare pompini a chi vuole, ma ora dovete prendervi due minuti per visitare questo sito e poi tornare subito qui: http://sarahjessicaparkerlookslikeahorse.com/

Il suo personaggio, un po’ svampito, mi è piaciuto molto, e potrebbe davvero aiutare Kurt a capire cosa vuole. 

Ma LA PORCELLANA INSENSIBILE ha deciso di infrangere i nostri cuori, non rispondendo ad una chiamata di Blaine.

 

“Prometto di rispondere sempre alle tue chiamate, qualunque cosa stia facendo.” 

Promesse di un marinaio!

image

Ovviamente, ho odiato Kurt per due secondi, ma poi la rabbia scompare, perché, amando il personaggio, capisci che può fare i suoi errori. 

– Blaine a.k.a Most adorkable person in the world.

 image

image

Fondamentalmente conosciamo poco Blaine, in effetti ho sempre sperato che il suo personaggio venisse approfondito, ma da ciò che abbiamo visto, possiamo dire, a mani basse, che è una persona meravigliosa.

 Avevamo visto un po’ di lui nell’episodio con Matt Bomer, ma nel terzo di questa stagione, abbiamo avuto la conferma di quanto sia sensibile, altruista e in generale PERFETTO.

 Possiamo quasi toccare con mano (pervertiti, non pensate male, anzi, fatelo) la sua sofferenza, è palese. Lasciare andare Kurt, lasciar andare una persona che si ama è doloroso quanto giusto, è la più grande prova d’amore che possa esistere. Ma è anche difficile, Blaine si era trasferito per Kurt, ed ora, è lì, solo, senza l’amore della sua vita, senza il supporto che aveva prima. Probabilmente Blaine, tra tutti, è il personaggio che ha sofferto di più per il cambiamento.

 

Spero proprio di vederlo conquistare tutto ciò che si può conquistare, se lo merita.

 

“It’s Brittany, biatch.”

 

Un’altra persona che ha sofferto molto per il cambiamento, è Brittany S.Pierce, che è sempre stato il personaggio più esilarante dello show. Brittany 2.0, è l’episodio migliore fino a questo momento (della stagione, intendo).

 

Ho anche saputo che il manager della Spears si è lamentato dell’episodio. Secondo me, invece, era un grande omaggio alla cantante, che dal baratro, e riuscita a risalire su. Questo episodio non riguardava gli errori di Britney, riguardava il saper riparare a quegli errori, e tornare più forti di prima.

Ci siamo tutti soffermati sull’allontanamento dei personaggi, che non abbiamo pensato a coloro che sono rimasti. Quindi, Santana, alza il tuo meraviglioso sedere Lebanese e torna da Brittany!

I contorni 

Credevo che con la nuova stagione, i personaggi che sono stati sempre in ombra, sarebbero stati approfonditi: Tina e Artie, tra tutti, ma così, almeno per ora, non è stato.

 Non che ne sia terribilmente addolorato, sia chiaro.

 

“Lo chiamavano bocca da trota, metteva l’amore su ogni cosa.”

 

Sam Evans a.k.a Touty Mouth è una delle rivelazioni di questa stagione, è adorabilmente awkward, ti viene voglia di prenderlo e abbracciarlo in ogni episodio, perché, nella sua “stupidità,” riesce a dire sempre la cosa giusta. Ho adorato le scuse a Marley, la scena con Brittany, e la sua candidatura a vice-presidente.

E ricordate, quando non sapete cosa fare, davanti ad una platea, e avete il fisico di Chord Overstreet, toglietevi i vestiti.

 

–      I nuovi

Partiamo da Kitty. La nuova Quinn Fabray. Partiamo dal presupposto che non ha neanche un pelo della meravigliosa patata di Dianna Agron, posso dire che questo paragone non sussiste, in quanto Quinn non era semplicemente cattiva, era favolosa, di classe, machiavellica.

 La mia cattiveria potrebbe essere il risultato dell’astinenza da Dianna Agron.

Unique: devo essere sincero, nella terza stagione questo personaggio non mi aveva fatto impazzire, ma in questa quarta mi sono ricreduto, la vedo come una possibile Best Friend Forava di Marley. Ho adorato “Womanizer.”

 

–      I Jarley 

Per capire lo status della mia sanità mentale, dovete pensare che Jake e Marley si erano solo scambiati un solo sguardo nella premiere, e io già immaginavo Marley che nel suo diario scriveva “Signora Puckerman.” 

Nella 4×02 c’è stato il tracollo definitivo. Lo ammetto, il clichè della brava ragazza indifesa e innocente, e il bad boy che non deve chiedere mai, è molto affascinante, ma è per la chimica che c’è tra gli attori (tra l’altro, sapete che Melissa è stata presa grazie a Jacob? #fangirling), e il fatto che quando cantano assieme, le loro voci fanno l’amore, che mi sono letteralmente innamorato di loro, e sono diventato un tantino monotematico.

Ma andiamo step by step:

Lo sguardo nella premiere mi ha ucciso.

image

 

Womanizer mi ha fatto entrare nel primo stadio della pazzia

image

 

“We should hang out sometimes” mi ha fatto sciogliere.

 

You Drive Me Crazy/Crazy è stato come andare in paradiso, salutare Dante e Beatrice, e poi ritornare sulla terra.

 Quando lui le dà la giacca, ho esclamato un sonoro: “basta, non potete essere più perfetti di così,” poi c’è stata la scena di lui che difende lei e sua madre: “say you’re sorry, to both of them.” 

E infine, la scena nella quale Marley scopre che Jake sta con Kitty, a metà tra la psicosi e necessità di ricovero coatto al CIM, con io che mi alzo, imprecando verso Kitty: vai a morire in un buco, stronza! 

image

 “Everytime” mi ha provocato sentimenti contrastanti, tra la voglia di dare una chitarrata sulle palle a Jake, ad imprecare “sfondaiela in testa a Kitty quella chitarra,” alla modalità “Dawson me fa un pippone a du’ mani.”

image

 

Questo nuovo triangolo sarà la mia rovina.

Ho adorato la scena tra Jake e Puck, anche se vorrei che fosse stata meno semplicistica, e ovviamente adoro la mamma di Marley, gran donna, avere due genitori come lei e Burt sarebbe un dono incredibile.

Infine, Will Schester rimane il solito Will Schuester, lo tollero, dobbiamo condividere la stessa aria, e vivere nello stesso mondo, ormai ci convivo. 

Sue ha perso smalto da una stagione ormai, vorrei tornasse ad essere la cattiva di una volta.

 

Voti:

 

The New Rachel: 8,5

Britney 2.0: 9

Makeover: 7,5

 

Performance migliori: Americano/Dance Again, Never Say Never, It’s Time, You Drive Me Crazy/Crazy, 3, Oops.. I Did it Again, Everybody Wants to Rule the World.

 Gran bell’inizio di stagione, mi aspetto grandi cose da Glee quest’anno!

 

Prepariamoci a questo:

image 

Commento di Luigi- Glee: inizio della quarta stagione (4×01-4×03)ultima modifica: 2012-09-29T12:14:00+02:00da todoparaloco
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Commento di Luigi- Glee: inizio della quarta stagione (4×01-4×03)

Lascia un commento